Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Ecco il livello centrale dove il 10% di Surge May End di Bitcoin è in corso

Il Bitcoin è in crescita nonostante la debolezza del mercato dell’altcoin. Dal momento che la scorsa settimana ha toccato il fondo a 9.800 dollari, la moneta ha guadagnato 1.000 dollari e oltre il 10%, poiché il suo prezzo ha raggiunto i 10.850 dollari al momento della stesura di questo articolo. In precedenza, la moneta è stata scambiata fino a 10.900 dollari quando gli acquirenti sono intervenuti, apparentemente in risposta all’acquisto di oltre 10.000 monete da parte di MicroStrategy.

Il rally della principale moneta crittografica potrebbe però finire presto.

Gli analisti dello spazio stanno attualmente guardando a 11.000-11.200 dollari come a una potenziale regione in cui il movimento in corso di Bitcoin verso l’alto si fermerà.

Questo non toglie nulla ai fondamentali a lungo termine di BTC, che i commentatori più rispettati rimangono in uno stato positivo.

Bitcoin’s Uptrend potrebbe raggiungere il top a $11.200: Ecco perché

La tendenza al rialzo di Bitcoin potrebbe bloccarsi nel range 11.000-11.200 dollari, hanno detto gli analisti in risposta alla recente azione sui prezzi.

Un commentatore del mercato ha condiviso il grafico sottostante il 15 settembre. Esso mostra che l’azione dei prezzi di BTC sembra strutturalmente simile all’azione dei prezzi prima dello sfogo della capitolazione a marzo.

Questo confronto indica che se la storia dovesse ripetersi, Bitcoin arriverà in cima a destra intorno agli 11.000 dollari, per poi iniziare una forte discesa verso il lato negativo.

Un altro trader ha condiviso il sentimento, pubblicando questo grafico che mostra che $11.000-11.200 saranno probabilmente il punto in cui il rally di BTC si fermerà, o si invertirà completamente.

Tendenze a lungo termine rialzista

Qualunque cosa accada alla Bitcoin nel breve termine, la maggior parte degli analisti afferma che le tendenze a lungo termine dell’asset rimangono deviate verso il positivo.

Mike McGlone, analista senior di materie prime alla Bloomberg Intelligence,

„Ritorno alla Decisive Support Zone – Alcuni ritardi nella restituzione media del mercato azionario stanno mettendo sotto pressione la maggior parte delle attività, ma ci aspettiamo che l’oro e il Bitcoin escano in anticipo nella maggior parte degli scenari. Il calo dei prezzi azionari incoraggia maggiori stimoli monetari e fiscali…“.

Dan Tapiero, co-fondatore di DTAP Capital e di altre aziende, si è dichiarato d’accordo con l’affermazione di McGlone. Commentando come le dotazioni di rilievo potrebbero presto avere bisogno di possedere Bitcoin, facendo riferimento al suo sentimento che le tendenze macro globali guideranno il capitale verso BTC, Tapiero ha osservato:

„L’enorme accumulazione di ricchezza da parte dell’elite globale. Le istituzioni con una dotazione di oltre 1 miliardo di dollari non hanno bisogno della completa deducibilità fiscale delle donazioni. È pazzesco pensare che #Harvard classifichi la ricchezza in misura maggiore del PIL della Germania. Ad un certo punto, tutti i fondi di dotazione dovranno possedere #Oro e #btc nei portafogli“.

Bitcoin è pronto a subire una correzione a breve termine, soprattutto se gli altcoin non reggono. Ma considerando le tendenze macro, sembrano esserci pochi investitori a lungo termine che liquidano le loro borse qui.